10/04/2005

Non è me che cercano i suoi occhi. Non è a me che sorridono. Non è a me che pensa quando balliamo insieme.
Non è alla promessa di una vita assieme, non ad un futuro comune.
Lei è soltanto se stessa ed io un semplice compagno di balli.
La complicità finisce lì, gli sguardi finiscono lì.
Tutto il nulla che mi accompagna torna padrone nel momento in cui l'ora delle danze ha termine… Ognuno torna al suo mondo, la festa e la gioia giungono alla fine. E' questa giustizia? E' questa la crudeltà dell'amore? Io non so quale sia il crimine che ancora sto pagando… Io non capisco perché mi sembra che la vita si accanisca per farmi annusare la felicità portandomela poi via dopo pochi attimi… Vorrei tuffare le mie mani in questo mare di stelle, ma nelle mie mani c'è soltanto un lieve e freddo nulla…

passione io bramo
amore
impeto e tempesta
che sconvolga
i cuori

brividi caldi
lungo la schiena
fremere di gioia
nel guardarsi
negli occhi


sentire il sapore
caldo
delle tue labbra
fra le mie


stringere forte
al mio petto
il tuo


e ridendo insieme
dirti – ti amo –


tingere
a piene mani
questo cielo
tetro di solitudine


gioire
sfiorarsi
amarsi


come terra
e mare


per un tempo
che non avrà mai
fine

Elena…
    Elena…
        Elena.

10/04/2005ultima modifica: 2005-04-10T02:51:17+02:00da gilgamesh1977
Reposta per primo quest’articolo

2 pensieri su “10/04/2005

Lascia un commento